Linfangioma cistico al collo: cos’è e dove operarlo

Linfangioma cistico al collo: cos’è e dove operarlo

Cos’è il linfangioma cistico, come si manifesta e quali sono le cause e i rimedi erano domande che fino ad un anno fa non sapevo neanche esistessero.

Poi, circa un anno fa, appunto, il linfangioma cistico è diventato una parte di me, anzi, sarebbe meglio dire che è sempre stato dentro di me, ma per qualche strano motivo, ha deciso di palesarsi solo lo scorso gennaio.

Se sei arrivato fin qui, vuol dire che anche tu hai cercato su Google: linfangioma cistico, e la ricerca ha prodotto probabilmente una serie di risultati di tipo scientifico, ma pochi articoli di persone che l’avevano avuto.

Ecco perché voglio scrivere del linfangioma cistico, ma soprattutto voglio raccontare la mia esperienza.

Cos’è il linfangioma cistico (o igroma cistico)

Il linfangioma cistico (o igroma cistico) è una malformazione dei vasi linfatici, una forma tumorale benigna che si presenta come una massa sottocutanea di notevoli dimensioni che cresce continuamente nella zona in cui si sviluppa.

Dove si localizza il linfangioma cistico? Il linfangioma cistico si localizza principalmente nella zona del collo (zona sovraclaveare), delle ascelle, nell’inguine, ma non si escludono la cavità orale, mani e piedi. Nel mio caso, questa massa si è presentata alla base del collo, a sinistra, nella zona sovraclaveare.

Inoltre, il linfangioma cistico, di norma si manifesta in età pediatrica, nei neonati, ma in realtà, ho scoperto sulla mia pelle, che può svilupparsi e iniziare a crescere a tutte le età.

Il linfangioma cistico può manifestarsi anche in gravidanza, in quel caso, occorre effettuare una amniocentesi per verificare la presenza di eventuali malattie genetiche.

Drenare e aspirare il liquido del linfangioma può essere un rimedio temporaneo, ma l’unica soluzione è la rimozione chirurgica.
Lo so per esperienza.

Quali sono le cause del linfangioma cistico?

Il linfangioma cistico è un tumore benigno dei canali linfatici, dunque non ha una causa specifica, può manifestarsi a seguito di infezioni o traumi, più spesso, però, le cause del linfangioma sono congenite. Si tratta di una patologia poco frequente, ma che non subisce una degenerazione maligna.

La diagnosi del linfangioma cistico: la mia esperienza

Nel 2011 ho avvertito i primi sintomi: il linfangioma cistico (allora non sapevo neanche cosa fosse) sottoforma di pallina sottocutanea, proprio come una piccola cisti che sembrava piena di liquido, ha iniziato a crescere alla base del collo. Allora non me preoccupai perché dopo un paio di mesi scomparve da sola.
Poi, come vi accennavo, a gennaio scorso, quella piccola pallina piena di liquido è comparsa di nuovo, ma questa volta non è andata via, anzi, ha iniziato a crescere a vista d’occhio. Nel giro di 1 mese il linfangioma era diventato una massa di circa 10 centimetri di diametro e iniziava a creare problemi anche nelle attività quotidiane: gli arti si addormentavano, non riuscivo a muovere la testa, quindi anche guidare era diventato complicato e a tratti avevo difficoltà a respirare. Nel frattempo ho iniziato a fare delle indagini: prima un’ecografia, poi una risonanza magnetica con mezzi di contrasto e un esame citologico (agoaspirato).

Ecco alla fine la diagnosi: linfangioma cistico!

Finalmente potevo cercare online, provare a capirci qualcosa e trovare qualcuno in grado di risolvere il mio problema.

Non è stato semplice trovare una soluzione, ho impiegato circa 7 mesi prima di imbattermi, del tutto casualmente, nel luogo e nelle persone che hanno poi risolto il mio problema e quello di molti altri (questo l’ho scoperto solo dopo): l’Ospedale San Martino di Genova e l’equipe del Prof. Francesco Boccardo.

Prima di arrivare a questo, però, sono passato dall’aspirazione più o meno totale del liquido del linfangioma cistico, alle cure omeopatiche, all’assunzione di farmaci antinfiammatori e antibiotici, finanche a chirurghi che si rifiutavano di operarmi perché troppo rischioso a causa della sua posizione. Insomma, non è stato proprio un bel periodo. Una massa che cresce e nessuno disposto a toglierla, né a darmi spiegazioni o soluzioni.

Poi una sera di luglio, ho trovato un commento su un forum di discussione sul linfangioma cistico dove si citava l’Ospedale San Martino di Genova come una struttura all’avanguardia nella Chirurgia dei Linfatici e il Prof. Boccardo come un vero professionista, un’eccellenza nel suo campo.

Subito la richiesta di appuntamento, la programmazione dell’intervento con solerzia, gli esami preoperatori di routine e finalmente, il 15 settembre il linfangioma cistico è stato asportato definitivamente con un intervento chirurgico durato circa 3 ore.

Ecco il mio post su Facebook del giorno prima dell’operazione, grazie ancora a tutti gli amici per l’affetto e il supporto che mi avete dimostrato 🙂

4 giorni di degenza in ospedale e circa due settimane per rimettermi quasi del tutto, nulla in confronto ai mesi di calvario precedenti.

Oggi sto bene, ma più di tutto sono stato colpito dalla competenza, dalla gentilezza e dall’umanità dimostrata dal Prof. Boccardo, dalla sua equipe e dall’intero reparto di Chirurgia dei Linfatici dell’Ospedale San Martino. Mi hanno rassicurato, mi hanno davvero aiutato e non smetterò mai di ringraziarli.

Mi sono fidato di loro e ho fatto bene.

Perché ho scritto questa storia in un blog che parla di ecommerce e vendite online?

Beh, per due motivi: il primo è che il mio è anche un blog personale, nel quale racconto di me, condividendo le mie esperienze oltre che le mie conoscenze tecniche, dunque, mi sembrava opportuno rendere partecipe chi mi segue di questo capitolo della mia vita. Il secondo, è la speranza che questo articolo, basato sulla mia esperienza diretta, possa essere trovato facilmente tra i tanti post di natura medica, che spesso causano solo incertezza e timore, e dunque essere di aiuto a chi è stato diagnosticato un linfangioma cistico.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni, non esitare a contattarmi, sarò felice di rispondere. 😉

Commenta questo articolo
6 commenti
  1. Francesca
    Francesca dice:

    Ciao, mi piacerebbe avere qualche informazione in merito all’operazione che hai effettuato. Mia mamma ha appena scoperto di aver un linfoma cistico e siamo un pochino preoccupati. Qualora avessi tempo potremo sentirci privatamente? Ti ho lasciato un messaggio privato anche nella tua pagina facebook.
    Grazie
    Francesca

    Rispondi
    • Giuseppe Noschese
      Giuseppe Noschese dice:

      Ciao Francesca, grazie per avermi scritto.
      Mi dispiace per tua madre, purtroppo il linfangioma cistico è molto raro negli adulti ed io ho avuto molte difficoltà a trovare un Professore che si assumesse la responsabilità dell’intervento.
      Ho provato diversi approcci, ma l’unico efficace è stato quella dell’intervento chirurgico. Il mio consiglio è quello di rivolgerti all’Ospedale S. Martino di Genova e di prenotare una visita con il dipartimento “chirurgia dei linfatici”.
      Per ulteriori dettagli ti scrivo in privato.
      Un grande in bocca al lupo.

      Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *