vendere su amazon alcuni consigli utili

Vendere su Amazon: alcuni consigli utili

In passato ho già scritto un articolo su come iniziare a vendere online dove parlavo anche del marketplace Amazon.

In effetti, per chi vuole iniziare a vendere online, vendere su Amazon rappresenta una delle principali soluzioni per ottenere risultati immediati.

Volete sapere perché? Perché Amazon rappresenta quasi il 50% del mercato delle vendite online in Italia ed è un’ottima opportunità per dare visibilità ai vostri prodotti senza grandi investimenti iniziali. Tutto ciò che serve è aprire un account, scegliere il piano tariffario più adatto alle vostre esigenze e iniziare a caricare i prodotti che si desiderano vendere.

Vendere su Amazon: pro e contro

Quali sono i vantaggi per chi decide di vendere su Amazon?

Uno dei maggiori vantaggi per chi decide di iniziare a vendere su Amazon è avere entrate immediate con un minimo investimento. Abbiamo già detto che sarà sufficiente caricare i vostri prodotti e questi saranno subito disponibili per essere acquistati. L’altro aspetto importante è la possibilità di sfruttare la visibilità di Amazon per far conoscere la vostra azienda e i vostri prodotti, dunque il vostro brand. Inoltre, anche nel caso in cui vogliate aprirvi al mercato estero e testare la percezione dei vostri prodotti in un mercato diverso dal vostro, Amazon può esservi di supporto.

È tutto così semplice? Ebbene, vendere su Amazon presenta anche aspetti negativi che è sicuramente opportuno considerare.
Il primo e più importante è: siete su Amazon, dunque dovete adattarvi velocemente ai cambiamenti che di volta in volta vengono effettuati. Eh sì, purtroppo chiunque acceda al marketplace per vendere online è un ospite e deve rispettare le regole che previste e imposte dalla piattaforma, anche se non le condivide. Se volete continuare a vendere su Amazon occorre mantenere una buona reputazione. Impresa spesso difficile e che qualche volta vi costringerà a scendere a compromessi con i clienti poco corretti o non troppo indulgenti.
Non siete i soli a vendere su Amazon, ricordatelo, lo dico di frequente ai miei clienti. La concorrenza è forte e spietata, dunque se siete davvero decisi ad intraprendere questo percorso dovete monitorare costantemente i competitor e i prezzi dei vostri stessi prodotti proposti da altri venditori.
Ultimo aspetto, ma non meno importante riguarda il fatto che i clienti sono di Amazon e difficilmente si ricorderanno di voi. Tuttavia, non temete, perché con qualche piccolo trucco e accorgimento riuscirete a far conoscere il vostro brand per trasformare i clienti di Amazon in vostri clienti fidelizzati.

Vendere su Amazon: i passaggi fondamentali

Vediamo insieme i passaggi fondamentali per iniziare a vendere su Amazon.

Innanzitutto dovete creare un account Amazon e aprire il vostro store.
Accedete al vostro store attraverso il Seller Central (l’area riservata di Amazon) e da lì gestite il vostro inventario, gli ordini, i resi e le impostazioni di venditore.
A questo punto potete iniziare a vendere su Amazon i prodotti con codice EAN, un codice di 13 cifre che identifica univocamente il prodotto. Nel caso in cui i vostri prodotti siano tutti dotati di codice EAN, per caricarli tutti in maniera veloce, sarebbe meglio affidarsi a software che gestiscono l’inventario attraverso API, oppure compilando dei file .xls che potete richiedere ad Amazon.
Se il codice EAN del prodotto è già presente nella base dati Amazon allora questo entrerà a far parte subito del vostro inventario con le quantità e il prezzo che avrete impostato, dotato già di una scheda prodotto accompagnata da foto e descrizione e sarà subito disponibile per l’acquisto.

Bello, no?! Sì, ma attenzione, occorre verificare attentamente le informazioni contenute nella scheda prodotto perché potrebbero essere errate.
Le informazioni che trovate sono state inserite dal primo venditore che ha caricato quel prodotto con quel particolare EAN in inventario e spesso sono imprecise o incomplete e addirittura potrebbero corrispondere a tutt’altro prodotto!
Se un cliente acquista quel prodotto, sarà vostra la responsabilità, non di Amazon, e se a causa di questi errori sarete costretti ad annullare molti ordini, potreste vedere bloccato il vostro account Amazon per non avere rispettato le regole. Infatti, com’è facile aprire un account e iniziare a vendere su Amazon è altrettanto semplice ritrovarsi con l’account sospeso e finire la propria esperienza di vendita su Amazon. Amazon considera fondamentale garantire un’esperienza di vendita ottima ai propri clienti e per fare questo richiede ai venditori uno standard molto alto.
Quindi fate attenzione, verificate sempre le schede prodotto e cercate di migliorarle aggiungendo dettagli e caratteristiche.

In sintesi, vendere su Amazon significa avere qualità, rapidità e prezzo: garantire un’ottima qualità del servizio e una consistente quantità di prodotti disponibili, essere tempestivi e rapidi nelle comunicazioni con i clienti e altrettanto veloci nell’evasione degli ordini e avere un prezzo competitivo.
Se poi siete gli unici ad avere quel prodotto o modello esclusivo, i clienti potrebbero scegliervi anche con un prezzo leggermente superiore a quelli presenti sul web, del resto siete su Amazon!

Il mio consiglio è quello di iniziare a vendere su Amazon scegliendo un gruppo di prodotti e verificando scrupolosamente le singole inserzioni, segnalando e correggendo quelle che non sono conformi al prodotto reale; proseguite ricorsivamente con un altro gruppo di prodotti fino al completo caricamento dell’intero inventario; rispondere sempre tempestivamente alle domande dei clienti cercando di non superare le 4 ore di attesa; spedire entro i tempi dichiarati nelle impostazioni account e inserire il codice di tracciamento della spedizione.

Vendere su Amazon in 6 passi

Ricapitolando, per vendere su Amazon occorre:

  • Creare un account venditore su Amazon;
  • Dotarsi di codici EAN che identificano univocamente i propri prodotti;
  • Scegliere un software o un plugin che utilizzi le API di Amazon per aggiornare l’inventario oppure compilare file xls da inviare ad Amazon;
  • Partire con un gruppo di prodotti e verificare la correttezza dell’inserzione;
  • Rispondere tempestivamente ai messaggi dei clienti;
  • Spedire entro i tempi di spedizione inseriti nelle impostazioni account.

Queste azioni sono la base per avere una discreta partenza di vendita su Amazon e garantirvi una lunga e proficua permanenza sul marketplace più importante del web.

Come al solito spero di esservi stato utile e se avete qualche dubbio o volete aggiungere qualcosa non dovrete fare altro che lasciare un vostro commento.

Commenta questo articolo
2 commenti

Trackbacks & Pingbacks

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *